Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Confronto di sopravvivenza a lungo termine dopo intervento a cielo aperto o endovascolare per la riparazione di aneurisma intatto della aorta addominale


La riparazione endovascolare di un aneurisma aortico addominale rispetto a quella a cielo aperto aumenta la sopravvivenza peri-operatoria, ma non è noto se aumenti anche la sopravvivenza nel lungo periodo.

È stato condotto uno studio per confrontare gli esiti a lungo termine dopo intervento a cielo aperto versus endovascolare per la riparazione di un aneurisma addominale aortico.

Nell’analisi retrospettiva sono stati coinvolti pazienti di età uguale o superiore a 65 anni, sottoposti a riparazione isolata di aneurisma aortico addominale intatto.

La causa del decesso è stata determinata in base al National Death Index.

L’esito primario era la mortalità per tutte le cause; gli esiti secondari erano la mortalità correlata a aneurisma aortico addominale, lunghezza della permanenza in ospedale, nuovo ricovero a 1 anno, ripetuta riparazione di aneurisma addominale aortico, riparazione di ernia incisionale e amputazione delle estremità inferiori.

Dei 4529 pazienti inclusi, 703 sono stati classificati come sottoposti a riparazione a cielo aperto e 3.826 a riparazione endovascolare.

I tempi di follow-up medi e mediani sono stati, rispettivamente, 2.6 e 2.5 ( intervallo interquartile, 2.4 ) anni.

Nell’analisi non-aggiustata, sia la mortalità per tutte le cause ( 173 vs 752; 89 vs 76/1000 anni-persona, P=0.04 ) sia quella specifica per aneurisma aortico addominale ( 22 vs 28; 11.3 vs 2.8/1000 anni-persona, P inferiore a 0.001 ) sono risultate più alte dopo riparazione a cielo aperto vs riparazione endovascolare.

Dopo aggiustamento per ricovero d’urgenza, età, anno, sesso, razza e comorbilità, è emerso un rischio più elevato sia di mortalità per tutte le cause ( hazard ratio [ HR ], 1.24; P=0.01 ) sia di mortalità legata a aneurisma dell’aorta addominale ( HR=4.37; P inferiore a 0.001 ) dopo intervento a cielo aperto vs intervento endovascolare.

La lunghezza aggiustata della permanenza in ospedale è stata in media di 6.5 giorni ( P inferiore a 0.001 ) più lunga dopo riparazione a cielo aperto ( media, 10.4 giorni ) che dopo riparazione endovascolare ( media, 3.6 giorni ).

L’incidenza di ernia incisionale è risultata maggiore dopo intervento a cielo aperto per la riparazione dell’aneurisma aortico addominale ( 19 vs 23; 12 vs 3 per 1000 anni-persona; HRa=4.45 [ P inferiore a 0.001 ] ), mentre l’incidenza di nuova ammissione in ospedale a 1 anno ( 188 vs 1070; 274 vs 376/1000 anni-persona; HRa=0.96 [ P=0.52 ] ), la ripetuta riparazione di aneurisma aortico addominale ( 15 vs 93; 9.7 vs 12.3/1000 anni-persona; HRa=0.80 [ P=0.42 ] ) e l’amputazione dell’estremità inferiore ( 3 vs 25; 1.9 vs 3.3/1000 anni-persona; HRa=0.55 [ P=0.34 ] ) non hanno mostrato differenze legate al tipo di intervento di riparazione.

In conclusione, nei pazienti anziani con aneurisma della aorta addominale isolato intatto, l’utilizzo di intervento di riparazione a cielo aperto rispetto a quello endovascolare è risultato associato a un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause e mortalità legata ad aneurisma aortico addominale. ( Xagena2012 )

Jackson RS et al, JAMA 2012; 307: 1621-1628


Chiru2012



Indietro