Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Incisioni chirurgiche addominali per taglio cesareo


Il taglio cesareo è la più comune operazione chirurgica maggiore effettuata sulle donne a livello mondiale.
Le tecniche operatorie, incluse le incisioni addominali, sono varie e alcune di queste sono state valutate in studi clinici randomizzati.

Un gruppo di Ricercatori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha condotto una revisione della letteratura per determinare i benefici e i rischi di metodi di incisione addominale alternativi per il taglio cesareo, analizzando gli studi randomizzati e controllati sull’argomento.

Sono stati inclusi nella revisione 4 studi: 2 studi ( 411 partecipanti ) hanno messo a confronto l’incisione di Joel-Cohen con quella di Pfannenstiel.

In generale, è stata osservata una riduzione del 65% nella morbilità post-operatoria ( rischio relativo, RR=0.35 ) con l’incisione di Joel-Cohen.

Uno degli studi ha riportato una riduzione della richiesta analgesica post-operatoria ( RR=0.55 ), del tempo operatorio ( differenza media pesata: -11.40 minuti ), tempo di parto ( differenza media pesata: -1.90 ), dose totale di analgesici nelle prime 24 ore ( differenza media pesata: -0.89 ), perdita ematica stimata ( differenza media pesata: -58 ml ), permanenza post-operatoria in ospedale della madre ( differenza media pesata: -1.50 ) e aumento del tempo alla prima dose di analgesico ( differenza media pesata: 0.80 ), rispetto al gruppo Pfannenstiel.

Non sono state osservate altre differenze significative negli studi.

Due studi hanno messo a confronto le incisioni con taglio muscolare con l’incisione di Pfannenstiel.

Uno studio ( 68 donne ) sul confronto tra incisione di Mouchel e incisione di Pfannenstiel non ha aggiunto dati a questa revisione.

L’altro studio ( 97 partecipanti ) sul confronto tra l’incisione con taglio muscolare di Maylard e l’incisione di Pfannenstiel, non ha mostrato differenze in morbilità febbrile ( RR=1.26 ), bisogno di trasfusioni di sangue ( RR=0.42 ), infezione della ferita ( RR=1.26 ), test fisici sulla forza muscolare a 3 mesi dopo l’intervento e lunghezza della permanenza post-operatoria in ospedale ( differenza media pesata: 0.40 giorni ).

La revisione degli studi ha mostrato che l’incisione di Joel-Cohen presenta vantaggi rispetto all’incisione di Pfannenstiel, come meno febbre, meno dolore e minor necessità di trattamento analgesico, minor perdita ematica, minore durata dell’intervento e della permanenza in ospedale. ( Xagena2009 )

Mathai M et al, Cochrane Database Syst Rev 2007; (1): CD004453


Chiru2009 Gyne2009


Indietro