Chirurgia toracica
VATS Symposium
Xagena Mappa
Medical Meeting

Interazione tra carico di malattia preoperatoria e chirurgia complessa nel cancro dell’ovaio in stadio avanzato


Sono stati esaminati gli effetti del carico di malattia, chirurgia complessa e malattia residua sulla sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e sulla sopravvivenza globale ( OS ) nelle pazienti con carcinoma ovarico epiteliale avanzato ( EOC ) o carcinoma peritoneale primario ( PPC ) e resezione chirurgica completa ( R0 ) o malattia residua inferiore a 1 cm dopo citoriduzione chirurgica.

Dati demografici, patologici e di esito chirurgico sono stati raccolti da 2.655 pazienti con carcinoma ovarico epiteliale avanzato o carcinoma peritoneale primario iscritte allo studio Gynecologic Oncology Group 182.

Gli effetti della distribuzione della malattia ( punteggio di malattia ) e la complessità dell’intervento chirurgico ( punteggio di complessità ) sulla sopravvivenza libera da progressione e sopravvivenza globale sono stati valutati con il metodo Kaplan-Meier e l'analisi di regressione multivariata.

Coerentemente con la letteratura esistente, le pazienti con malattia residua avevano prognosi peggiore rispetto alle pazienti R0 ( PFS, 15 vs 29 mesi; P minore di 0.01; OS, 41 vs 77 mesi; P minore di 0.01 ).

Le pazienti con il più alto carico di malattia pre-operatoria ( alto punteggio di malattia ) hanno presentato più breve sopravvivenza libera da progressione ( 15 vs 23 o 34 mesi; P minore di 0.01 ) e più breve sopravvivenza globale ( 40 vs 71 o 86 mesi; P minore di 0.01 ) rispetto a quelle con punteggio di malattia moderato o basso rispettivamente.

Questa relazione è stata mantenuta nel sottogruppo di pazienti R0 ( PFS 18.3 vs 33.2 mesi; punteggio di malattia moderato o basso: P minore di 0.001 ) ( OS: 50.1 vs 82.8 mesi, punteggio di malattia moderato o basso: P minore di 0.001 ).

Dopo il controllo per il punteggio di malattia, malattia residua, un termine di interazione per punteggio di malattia / punteggio di complessità, performance status, età e tipo cellulare, la chirurgia complessa non era un predittore indipendente di sopravvivenza libera da progressione o sopravvivenza globale.

In conclusione, in questo ampio campione, il carico di malattia iniziale è rimasto un indicatore prognostico significativo nonostante R0.
La chirurgia complessa non sembra influenzare la sopravvivenza quando si tiene conto di altre influenze confondenti, in particolare la malattia residua. ( Xagena2015 )

Horowitz NS et al, J Clin Oncol 2015;33:937-943

Gyne2015 Onco2015 Chiru2015



Indietro