Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Primo trapianto di successo di una trachea sintetica prodotta mediante ingegneria tissutale


Per la prima volta, a un paziente è stata data una nuova trachea costituita da un reticolo sintetico seminato con le sue cellule staminali.

L'operazione è stata eseguita il 9 giugno 2011 presso il Karolinska University Hospital di Huddinge, Stoccolma ( Svezia ).

Le cellule sono state coltivate sul reticolo all'interno di un bioreattore per due giorni prima del trapianto al paziente.
Poiché le cellule usate per rigenerare la trachea erano del paziente stesso, non vi è stato rigetto del trapianto e il paziente non ha assunto farmaci immunosoppressivi.

Il paziente soffriva di cancro ala trachea in fase tardiva.
Nonostante un trattamento massivo con la radioterapia, il tumore aveva raggiunto circa 6 cm di lunghezza e si era esteso al bronco principale, era in progressione e aveva quasi completamente bloccato la trachea.

Dato che non era disponibile alcuna trachea da un donatore adatto, il trapianto di trachea sintetica di ingegneria tessutale è stato eseguito come l'ultima opzione possibile per il paziente.

Il successo nel trapianto di organi sintetici frutto di ingegneria dei tessuti, chiamato anche medicina rigenerativa, potrebbe aprire nuove e molto promettenti possibilità terapeutiche per le migliaia di pazienti che soffrono di cancro tracheale o altre condizioni che distruggono, bloccano o causano restringimento delle vie aeree.

Erano già stati eseguiti con successo trapianti di trachea di ingegneria tissutale, ma in quelle occasioni le trachee utilizzate erano state prelevate da donatori di organi e quindi riseminate con le cellule staminali del paziente stesso.

I trapianti di trachea frutto di ingegneria tissutale con impalcature sintetiche in combinazione con le cellule staminali del paziente stesso come procedura standard permettono ai pazienti di non dovere aspettare un donatore idoneo di organo.
Questo rappresenta un sostanziale beneficio per i pazienti in quanto potrebbero trarre beneficio da precedenti interventi chirurgici e avere una maggiore probabilità di cura.

Oltre al trattamento di pazienti adulti, i trapianti di trachea sintetica di ingegneria tissutale possono essere di grande valore per i bambini, dal momento che la disponibilità di donatori di trachee è molto più bassa rispetto ai pazienti adulti. ( Xagena2011 )

Fonte: Karolinska University Hospital, 2011



Pneumo2011 Chiru2011


Indietro