Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Rapporto tra tipo di incisione cutanea nel parto cesareo e complicazioni della ferita nelle donne con obesità patologica


Attualmente, mancano dati da studi clinici randomizzati per quanto riguarda l’incisione cutanea ottimale per il parto cesareo nelle donne con obesità.

È stata valutata l'associazione tra tipo di incisione cutanea ( trasversale rispetto a verticale ) e rischio di complicanze della ferita nelle donne con obesità patologica.

È stato eseguito uno studio di coorte multicentrico su donne obese ( indice di massa corporea maggiore o uguale a 40 kg/m2 ) con età gestazionale di 24 settimane o superiore che avevano avuto un parto cesareo primario.
Le caratteristiche cliniche e gli esiti sono stati confrontati tra le donne che hanno subito una incisione cutanea trasversale o verticale.

Gli esiti studiati sono stati complicanze delle ferite ( infezione, sieroma, ematoma, eviscerazione, o deiscenza ) e un composito di complicanze materne ( trasfusioni, isterectomia, lesioni d'organo, coagulopatia, evento tromboembolico, edema polmonare, morte ).

3.200 donne hanno soddisfatto i criteri di studio ( n=2.603 con incisione trasversale, 81.3%; n=597 con incisione verticale, 18.7% ).

I fattori associati all’incisione verticale sono stati etnia caucasica, più alto indice di massa corporea, assicurazione sanitaria governativa, diabete mellito, corioamnionite, isterectomia del segmento non-inferiore e parto cesareo di emergenza.

Senza aggiustamento per altri fattori, le donne con incisione verticale hanno avuto più probabilità di avere complicazioni della ferita ( 4.2% vs 1.7%, P minore di 0.001 ) e compositi di complicazioni materne ( 5.0% vs 2.9%, P=0.02 ).

L’incisione cutanea verticale è stata associata a un minor rischio di complicanze della ferita ( odds ratio, OR aggiustato 0.32, P minore di 0.001 ), ma non di compositi di complicazioni materne ( OR=0.72, P=0.24 ).

In conclusione, nelle donne obese sottoposte a parto cesareo primario, vi è un significativo bias di selezione per quanto riguarda il tipo di incisione cutanea, se trasversale o verticale.
L’incisione cutanea verticale è stata associata a un tasso di complicanze della ferita più basso.
I dati osservazionali sottolineano la necessità di uno studio di confronto tra i tipi di incisione cutanea in questa popolazione di pazienti. ( Xagena2014 )

Marrs C et al, Am J Obstet Gynecol 2014; 210: 1: s37

Gyne2014 Chiru2014



Indietro