Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Riduzione delle infezioni delle ferite da Staphylococcus aureus meticillino-resistente dopo chirurgia cardiotoracica


Le infezioni delle ferite chirurgiche da Staphylococcus aureus meticillino-resistente ( MRSA ) dopo chirurgia cardiaca sono aumentate negli ultimi anni e hanno portato a una significativa morbidità e mortalità.

I tassi di infezione postoperatoria della ferita chirurgica sono stati confrontati per i 3 anni precedenti ( periodo basale ) e successivi ( periodo intervento ) all'introduzione di un Programma di intervento completo per Staphylococcus aureus meticillino-resistente.

L'intervento ha incluso lo screening preoperatorio per la colonizzazione da Staphylococcus aureus meticillino-resistente, la somministrazione di una terapia di profilassi per via endovenosa con Vancomicina ( Vancocin ) per i portatori identificati, la somministrazione intranasale di unguento contenente Mupirocina calcica ( Bactroban ) a tutti i pazienti indipendentemente dallo stato di colonizzazione per i 5 giorni precedenti all'intervento, e l'applicazione di Mupirocina nelle sedi di posizionamento del tubo toracico al momento della rimozione.

E' stata osservata una riduzione delle infezioni postoperatorie della ferita chirurgica del 93% ( 32 infezioni su 2767 casi nel periodo basale rispetto a 2 infezioni su 2496 casi nel periodo di intervento; rischio relativo, RR=0.069; P minore di 0.001 ).

Complessivamente i tassi di infezione della ferita chirurgica sono diminuiti dal 2.1% allo 0.8% ( 59 casi infezioni su 2769 vs 20 infezioni su 2496 casi; P minore di 0.001 ).

Durante il periodo di intervento, non c'è stato nessun cambiamento nel numero di infezioni da Staphylococcus aureus meticillino-resistente dopo la chirurgia non-cardiaca.

In conclusione, questo Programma di intervento per Staphylococcus aureus meticillino-resistente, in cui tutti i pazienti ricevono Mupirocina intranasale e ai pazienti colonizzati da Staphylococcus aureus meticillino-resistente viene somministrata una terapia di profilassi con Vancomicina, ha portato a una eliminazione quasi completa e prolungata delle infezioni da Staphylococcus aureus meticillino-resistente della ferita chirurgica dopo chirurgia cardiaca. ( Xagena2011 )

Walsh EE et al, Arch Intern Med 2011; 171: 68-73


Cardio2011 Chiru2011 Farma2011


Indietro